Dettaglio news

Ritorna

Le sfide della pace

Giovedì 6 Ottobre 2005

Cornelio Sommaruga

 

Dopo la caduta del muro di Berlino abbiamo assistito a diversi conflitti internazionali, svariate operazioni militari e guerre, una moltitudine quelle civili. L’azione umanitaria rischia a volte di essere molto difficile e di avere delle ricadute negative per le stesse vittime, soprattutto se non si analizza perché certi conflitti si prolungano o perché altri conoscono delle recrudescenze.

“La sfida odierna è conoscere e comprendere la posta in gioco, ma anche e soprattutto di dedurne che la parola d’ordine deve essere prevenzione. Questo può e deve essere ottenuto attraverso una mondializzazione della responsabilità per assicurare con tutti mezzi la sicurezza umana, con un’educazione alla tolleranza, alla solidarietà ed al rispetto della dignità umana. I grandi problemi dell’umanità devono essere abbordati energicamente ed in una schietta cooperazione internazionale, sia quelli che domandano soluzioni a media e lunga scadenza, ma anche quelli di grande urgenza, come il trasferimento di armi.” (Sommaruga)

 

 

 

Cornelio Sommaruga

Nato nel 1932 a Roma, da genitori svizzeri originari di Lugano, Cornelio Sommaruga studia alle Università di Zurigo, Parigi e Roma, ottenendo nel 1957 il dottorato in Giurisprudenza all’Università di Zurigo. Dopo alcune esperienze nel settore bancario, entra al Ministero svizzero degli affari esteri. Trascorre 8 anni presso il Dipartimento Politico Federale (1960-1968), rivestendo poi importanti cariche pubbliche fra cui quella di Ambasciatore e Segretario di Stato agli Affari economici esterni a Berna. Dal 1987 al 1999 é stato Presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa, istituzione della quale é attualmente membro onorario. Presidente dell’Associazione Internazionale Iniziative e Cambiamento, riveste anche la carica di Presidente del Centro internazionale di sminamento umanitario. Nella sua lunga attività ha ottenuto numerose distinzioni onorifiche. È dottore honoris causa presso varie università internazionali.

Ritorna

© Copyright 2018 - Società Elettrica Sopracenerina (SES) - Tutti i diritti riservati