Finanziamento dei costi

Finanziamento dei costi supplementari per la ripresa di energia elettrica da produttori indipendenti

Per finanziare i maggiori costi, l'Autorità Federale ha istituito un fondo che viene alimentato attraverso una tassa sul consumo di energia elettrica. Attualmente tale sovrapprezzo è di 0.05 cts per ogni kWh erogato ai consumatori finali.

Il 1° gennaio 2005 è entrato in vigore il nuovo cpv 7 dell'art. 7 della Legge federale sull'energia (LEne) concernente il finanziamento delle spese supplementari delle imprese di distribuzione di elettricità per la ripresa di energia elettrica da produttori indipendenti.  

Il 1° gennaio 2005 sono altresì entrate in vigore le modifiche dell'Ordinanza sull'energia (OEn) che trattano della compensazione e del trasferimento dei costi supplementari (art. 5a e 5b).  

ENERTI, la società che riunisce i maggiori distributori ticinesi di energia elettrica, in applicazione di decisioni federali, informa i clienti del Canton Ticino che le Aziende di distribuzione d'energia elettrica sono obbligate a ritirare ad un prezzo maggiore, rispetto a quello praticato dal mercato, l'energia immessa in rete dai produttori indipendenti tra cui anche i proprietari di centrali idroelettriche di potenza inferiore a 1 MW. Per finanziare i maggiori costi, l'Autorità Federale ha istituito quindi un fondo che viene alimentato attraverso una tassa sul consumo di energia elettrica. Attualmente tale sovrapprezzo è di 0.05 cts per ogni kWh erogato ai consumatori finali.  

In base ai dispositivi di legge di cui più sopra, le Aziende aderenti ad ENERTI, addebiteranno a tutti i loro clienti finali, 0.05 cts/kWh di supplemento sul prezzo dell'energia fornita.  

Per un'economia domestica con consumi medi, ciò si traduce in una spesa supplementare di ca. CHF 2.-- all'anno. Questo importo verrà integralmente riversato al fondo federale.